Registrati /Login
2108img-thumb

Lab & Play – 15 e 16 dicembre – Il mondo di Almodovar

28 Nov 2012

28 novembre 201209:11

Condividi
Lab & Play
Ogni mese, a partire da ottobre e fino ad aprile (con eccezion fatta nel mese di gennaio), verrà organizzato uno stage (LAB) su una tematica legata ad un autore teatrale, letterario, cinematografico o ad una tecnica in particolare, della durata di 12 ore circa, nei giorni di sabato e domenica. 
Terminato il LAB, il gruppo si esibirà sul palco di un teatro (PLAY) e sperimenterà in scena le tecniche acquisite, all'interno di uno spettacolo più ampio, incentrato sulla tematica proposta.
Ogni gruppo di lavoro avrà un limite di partecipanti (14)
Sia il LAB che il PLAY useranno come strumento di ricerca e di messa in scena, l'improvvisazione teatrale.
L'iniziativa ha una duplice funzione: far conoscere e approfondire un autore a degli attori improvvisatori e al pubblico, in una visione di considerare la cultura, come una ricchezza fruibile da tutti, in un modo semplice, divertente ed immediato.

Il laboratorio si terrà il sabato mattina e pomeriggio e la domenica mattina 
alla scuola VerbaVolant in Via Val Seriana 9 (zona Conca d'Oro) Roma. 

Lo spettacolo si terrà la domenica pomeriggio alle ore 19:00 
al Teatro La fonte di Castalia in via Monteverde 57/A, Roma.

Scaletta della serata di DOMENICA:
Ore 19:00 Aperitivo con introduzione alla tematica a cura del docente/attore che ha condotto il corso.
Ore 19:30 Performance dei partecipanti al corso
A seguire "Questo non è uno spettacolo" fuori onda teatrale con la compagnia QFC.
 
 
 
Prenota il tuo posto al
Lab&Play del  15 e 16 dicembre_Il Mondo di Almodovar_
Orario Sabato 13:30-18:30, Domenica 10:00-17:00
Costo (€ 50 soci, € 75 non soci)
info@verbavolant.roma.it

 

Dettagli del LAB&PAY  "Il Mondo di Almodovar" e informazioni sul docente Alessandro Cassoni.
 
IL MONDO DI ALMODOVAR
Nell’immaginario creativo di Pedro Almodovar si radica un crudo e sincero realismo cinematografico. 

Almodovar ha la sorprendente capacità di disegnare personaggi così definiti quanto intimamente ricchi, complessi e travagliati; dove per travagliato è tutto quello che si vive con intensità e trasporto, sia che esso sia positivo, sia che ci trafigga con decisione il cuore.

Ogni protagonista nasconde dentro di sé un cosmo di emozioni, anche le trame delle sue opere cinematografiche apparentemente lineari ci raccontano sempre più di quello che l’occhio superficiale scruta.

“Stanotte mamma mi ha mostrato una foto. Mancava la metà... non ho voluto dirglielo ma alla mia vita manca quello stesso pezzo. Stamattina ho frugato nei suoi cassetti e ho scoperto un fascio di foto. A tutte mancava la metà. Mio padre, suppongo. Voglio conoscerlo! Devo riuscire a far capire a mamma che non mi importa chi sia, né come sia, né come si è comportato con lei... non può togliermi questo diritto...”
 
Il Lab&Play su Almodovar ci invita a giocare con le Strutture Narrative e ci propone un intenso lavoro sul Personaggio.
Costruire una situazione chiara e lineare che viene sconvolta da elementi imprevedibili di narrazione e lavorare sulla bidimensionalità dei Protagonisti che svelano una spiccata tridimensionalità emotiva.
Approfondiremo le relazioni e gli stati d’animo nella loro complessità e conflittualità, rispetto al mondo esterno ed allo stesso io interiore.
Almodovar ci aiuterà a condire questo percorso con ironia e stravaganza, grazie al suo invito al trasformismo visivo e interiore, con le sue tinte accese, le sue surreali vite quotidiane; invito a lasciarsi andare senza freni.
 
“ … Quello che stavo dicendo, signora mia, è che costa molto essere autentica ... e in questo non bisogna essere tirchie, perché una più è autentica quanto più somiglia all'idea che ha sognato di se stessa.”
 
Si consiglia ai partecipanti del Lab &Play di visionare almeno uno di questi film di Pedro Almodovar:

Mujeres al borde de un ataque de nervios (1988)
¡Átame! (1990)
Carne trémula (1997)
Todo sobre mi madre (1999)
Hable con ella (2002)
La mala educación (2004)
Volver (2006)
 
Mu
ALESSANDRO CASSONI
Formazione:
Comincia il suo percorso di formazione professionale con Silvia Puglielli ed Adonella Monaco dei Laboratori Riuniti.
Nel 1995 inizia i corsi d’improvvisazione teatrale con la LIIT, Lega Italiana Improvvisazione Teatrale e prosegue con un laboratorio intensivo di “ TheatreSport ” organizzato dalla Lega di Improvvisazione Svedese.
Apprende e sviluppa strumenti e strutture dell’improvvisazione con Omar Galvan (long form narrativa)della  Lega di Improvvisazione Argentina, Yves Roffi (tecniche e dinamiche del catch imprò)  della Lega di Improvvisazione Francese, Carles Castillo (deformazione emozionale e corporea), Barbara Klehr del gruppo Die Gorillas di Berlino (Long Form musicale), Daniele Marcori (Long Form narrativa) dell’Associazione Improteatro.
Approfondisce le dinamiche espressive della voce con Kevin Crawford (direttore artistico dell’Accademia Dell’Arte di Arezzo), con la compagnia “Marcido Marcidorjs e Famosa Mimosa” (Torino) e con Emanuela Pericotti Deffai docente dell’Arts Academy di Roma.
Nel 1999 comincia un percorso formativo nel Teatro delle Apparizioni diretto da Fabrizio Pallara con i laboratori di Teatro sensoriale, Arte dell’immagine e del racconto, Teatro e Cinema.
Nel 2004 segue un Laboratorio d’attore sul flusso emozionale con Shaday Larios, regista messicana.
 
Esperienze lavorative:
2009/11  Black  spettacolo di Long Form diretto da Daniele Marcori
2011   E’ morta zia Agata  scritto e diretto da Lorenzo De Feo –  Teatro dei Contrari, Roma
2012/05  Imprò,  CatchImprò ,  Improsa ,  Improshow  , Improshowmusicale
2008/09  Lo strano mondo di Lorenz  spettacolo di Long Form diretto da Daniele Marcori
2010/08  Sono diventato Etero! e Doppia Coppia Batte il Tris diretti da Lorenzo De Feo 
2004/02  Match di Improvvisazione Teatrale  per la Compagnia “Imprò” di Francesco Burroni
2002   Improsettete , schema di spettacolo di improvvisazione teatrale  di cui è attore e co-autore.
2001/00  Match di Improvvisazione Teatrale  per la LIIT
2000   In e out spettacolo di improvvisazione teatrale diretto da Francesco Burroni
Dal 1999 al 2006 attore nella compagnia Teatro delle Apparizioni diretta da Fabrizio Pallara in tutti gli spettacoli e le performance teatrali.
 
Esperienze come formatore:
E’ un docente della SNIT,Scuola Nazionale di Improvvisazione Teatrale dell’associazione nazionale Improteatro 
e docente per l’Associazione VerbaVolant di Roma.
Dal 2004 è presente come organizzatore, attore e formatore in diverse manifestazioni culturali 
e in progetti riguardanti spettacoli e formazione per il teatro d’impresa.
Dal 2002 al 2005 per il Teatro delle Apparizioni è formatore nei laboratori di teatro sensoriale 
e docente nei laboratori teatrali per ragazzi e nei laboratori teatrali di aggiornamento per docenti nelle scuole.
 
Teatro ragazzi:
2010 - Natale 2010…e la storia continua scritto e diretto da Mariliana Montereale ,Teatro Cassia,  Roma
2010/09 - Carnevalissimo e  Accadde per Magia – (Premio Elsa Morante 2005 per il Teatro Ragazzi) di Mariliana Montereale e Loriana Lana
2009/08  - Il mondo nello zainetto scritto e diretto da Mariliana Montereale
2007 - Le avventure di Bellarella e Skiribizzo  spettacolo/laboratorio diretto da Bruno Lo Mele in collaborazione con Amnesty International sui diritti dei bambini  

2006  - Animanimando  spettacolo/laboratorio diretto da Bruno Lo Mele   

 
 
 
 
Tutto questo è VerbaVolant
Tutto questo è Qfc Teatro
Manchi solo tu ... non farti aspettare !!!




info
www.verbavolant.roma.it
info@verbavolant.roma.it