Registrati /Login
2102img-thumb

Lab&Play. Pirandello. 24 e 25 novembre

08 Nov 2012

08 novembre 201209:11

Condividi

Lab&Play 

Ogni mese, a partire da ottobre e fino ad aprile (con eccezion fatta nel mese di gennaio), verrà organizzato uno stage (LAB) su una tematica legata ad un autore teatrale, letterario, cinematografico o ad una tecnica in particolare, della durata di 12 ore circa, nei giorni di sabato e domenica. 
Terminato il LAB, il gruppo si esibirà sul palco di un teatro (PLAY) e sperimenterà in scena le tecniche acquisite, all'interno di uno spettacolo più ampio, incentrato sulla tematica proposta.
Ogni gruppo di lavoro avrà un limite di partecipanti (14)
Sia il LAB che il PLAY useranno come strumento di ricerca e di messa in scena, l'improvvisazione teatrale.
L'iniziativa ha una duplice funzione: far conoscere e approfondire un autore a degli attori improvvisatori e al pubblico, in una visione di considerare la cultura, come una ricchezza fruibile da tutti, in un modo semplice, divertente ed immediato.

Il laboratorio si terrà il sabato mattina e pomeriggio e la domenica mattina 
alla scuola VerbaVolant in Via Val Seriana 9 (zona Conca d'Oro) Roma. 

Lo spettacolo si terrà la domenica pomeriggio alle ore 19:00 
al Teatro La fonte di Castalia in via Monteverde 57/A, Roma.

Scaletta della serata di DOMENICA:
Ore 19:00 Aperitivo con introduzione alla tematica a cura del docente/attore che ha condotto il corso.
Ore 19:30 Performance dei partecipanti al corso
A seguire "Questo non è uno spettacolo" fuori onda teatrale con la compagnia QFC.
 
 
 
Prenota il tuo posto al
Lab&Play del 24 e 25 novembre_Pirandello sul Palco_
Orario Sabato 13:30-18:30, Domenica 10:00-17:00
Costo (€ 50 soci, € 75 non soci) Iscrizioni entro il 17 novembre




Dettagli del LAB&PAY  "Pirandello sul Palco" e informazioni sulla docente Susanna Cantelmo.
 

PIRANDELLO SUL PALCO
Il Lab & Play su Pirandello ha come obiettivo quello di analizzare maggiormente la seconda fase dell’attività teatrale di Pirandello 
incentrata sulla sua cognizione del vivere.

Un grande merito di Pirandello fu quello di esplorare la condizione dell’uomo del suo tempo, del suo smarrimento e della sua disperata solitudine.

Il Decadentismo, la corrente letteraria a cui appartiene Pirandello, mirava ad analizzare i sintomi della inquietudine che travaglia 
l’anima rivalutando il subcosciente considerato come forte realtà dell’individuo a dispetto della realtà fisica ingannatrice e mutevole.
I personaggi pirandelliani non si rassegnano al loro destino ma sono pronti alla ribellione e a evadere perché sentono “la pena del vivere così”.
 
Pirandello studia l’individuo e la realtà incerta: tutto è illusione, diversa da momento a momento, da persona a persona. 
L’uomo crede di essere uno ma in realtà non è nessuno e per chi lo osserva è centomila poiché assume personalità diverse. 
La nostra vera personalità e il nostro vero “volto” sono soffocati da una maschera imposta dagli altri e dalla società.
 
“Cio’ che conosciamo di noi stessi, non è che una parte di quello che siamo noi”. 
E il dramma dell’uomo inizia quando prende coscienza che la sua vita non è “vivere” ma “vedersi vivere”.
 
Questa consapevolezza porta gli uomini a vivere da estranei e sconosciuti gli uni agli altri.
Elemento importante su cui si lavorerà è l’umorismo pirandelliano che nasce da una riflessione più profonda 
della condizione umana generando così una sorta di compassione che porta naturalmente a un sorriso di comprensione. 
La compassione per le debolezze altrui non è altro che compassione per le proprie.
 
Esploreremo così i personaggi pirandelliani (introversi, polemici con se stessi, litigiosi e ostinati) 
che hanno il compito di risvegliare il pubblico dalla loro “distrazione” e dal disinteresse 
costringendolo a vedere le cose per come sono, a riflettere e a togliersi la “maschera” per essere finalmente migliore.
 
Consiglio ai partecipanti di avvicinarsi a questo Lab &Play 
avendo visto o letto almeno una delle seguenti opere di Luigi Pirandello: 
“Sei personaggi in cerca d’autore”, “Cosi è se vi pare”, “Questa sera si recita a soggetto”, “ Il gioco delle parti”.
 

Susanna Cantelmo
Formazione:
- Diploma di “Improvvisazione Teatrale”presso la Scuola della LiiT, Lega Italiana Improvvisazione Teatrale.
- Laboratorio di “TheatreSport” organizzato dalla Lega di Improvvisazione Svedese.
- Laboratorio triennale di “Ricerca dinamica del personaggio” tenuto da Riccardo de Torrebruna (Itaka International Stage Art).
- Corso di Doppiaggio presso la Titania, Roma.
- Stage di preparazione alla "Long Form" con Regina Saisi della comp. "True Fiction Magazine", San Francisco.
- Corso di Composizione e Armonia Jazz presso la Scuola di Musica Popolare di Testaccio, Roma.
- Laboratorio “Acting”, recitazione cinematografica presso “La Scuola di Cinema”,Teatro de’ Contrari,(RM).
- Laboratori di improvvisazione teatrale tenuti da Ruth Zaporà, Action Theatre (Usa),Omar Galvan, lega d’improvvisazione argentina,
Yves Roffi, lega d’improvvisazione francese e di improvvisazione musicale con Barbara Klehr.
Esperienze professionali:
TEATRO:
2011 “Il gelo in una stanza”, di Flavio Mazzini con la regia dello stesso.
2011 “Party Time” di H. Pinter, regia Daniele Marcori.
2011 “Black”, giallo interamente improvvisato, Compagnia Qfc – regia Daniele Marcori
2011 “Un concerto in punta di piedi” di Susanna Cantelmo, Adattamento teatrale di Lorenzo De Feo
2010 “Il mondo e la stanza”, di G. Salerno
2010 “E’ morta zia Agata?” di L. de Feo
2009/10 “Sono diventato etero”, di L. De Feo,Teatro Auditorium Bellini (NA) e Teatro Cometa off
2010 “Concerto in punta di piedi”, in cui è attrice e autrice. Adattamento di L. De Feo, Teatro Testaccio, Roma.
2009 “Lo strano mondo di Lorenz”, Compagnia QFC – Teatro Cometa off
2008 “Bocca a Bocca” di G. Aquilini con ruolo di protagonista al Teatro Piccolo dell’Ambra Jovinelli
2005/11  Attrice negli spettacoli “Imprò”, “ CatchImprò”, “Improsa”, “Improshow musicale”; Alpheus, Roma “Improshow”, Teatro Morgana, Roma
2007/08 “ Sono diventato etero” di L. De Feo, Teatro de’ Contrari (RM),
con cui partecipa alla rassegna estiva“Al Castello”, Agropoli (SA) e poi alla rassegna “Teatri Diversi, IX edizione”, a Mondragone, (CE);
2006/08 “ Bric à Brac, coppie e cianfrusaglie” in cui è attrice e autrice, Accentoteatro, Roma
2006 “Campionato mondiale di “Match di Improvvisazione Teatrale”, Lyon, Dijon (Francia)
2005 “La Grammatica della fantasia” da G. Rodari, regia di F. Burroni. Firenze, Roma, Siena.
2002/04 “Match di Improvvisazione teatrale”,Teatro Spazio Zero, Teatro dei Satiri e Teatro Vittoria, Roma
2004 “Input”, spettacolo di improvvisazione teatrale di Francesco Burroni;
2003 “Comedy”, Commedia improvvisata in due atti, della LIIT,; teatro Spazio Uno, Roma
2002 Co-autrice di “Improsettete”, schema di spettacolo di improvvisazione teatrale
2000 Festival dell’Umorismo “The Sex of Humour” di Bordighera con “Se(s)si ride”, di cui è autrice e attrice
1999 Primo posto alla Rassegna “Attricicomichecercasi”, organizzata dal “ Caffè Latino” in Roma con il testo 
“Io ho capito ma tu che hai detto?” di Susanna Cantelmo e Roberta Milia.
1999 “La Fortuna con la Effe Maiuscola” per la Comp. “ La Combriccola” di Amleto Morisco, teatro “Anfitrione”.
1998 “Uffa! La Smettete di ammazzarmi” di Paolo Quattrocchi, Teatro dell’Orologio
1996 “La Signora Proteo” di Gabriele –Aldo Bertozzi per la compagnia ‘Inisfera’ di Giorgio Mattioli, 
teatro “Corso” di Vasto, “Circus” di Pescara, “Comunale” dell’Aquila.
Per la televisione
2006/11 Verdetto finale e Al posto tuo, Rai 1 (Endemol)
2007 “I cesaroni”, ruolo attrice (Endemol)
1998/01 Partecipazione alle registrazioni televisive (RAI 2) con il “Match di Improvvisazione Teatrale”.
 
Web TV 2003 Attrice protagonista in 8 episodi di minifiction per la web tv di Banca Intesa.
 
Editoria:  2010 E’ autrice del romanzo “io, in punta di piedi”, edito da millelire.org

Esperienze come formatrice

2000/11 Insegnante di Improvvisazione teatrale per la Scuola della LiiT a Roma e dal 2004 per l’Ass. “Verba Volant”, Roma e l’Ass. Nazionale  Improteatro
2007 Insegnante di improvvisazione teatrale nella formazione per clown dottori dell’Ass. La Carovana dei sorrisi” e dal 2011 anche dell’Ass. Magicaburla Onlus.
2000/01 Laboratorio teatrale per l’integrazione dei ragazzi portatori di handicap (L. 104/92) presso la Scuola elementare e media “W.A. Mozart”.
1999/2000 Corsi di “Improvvisazione teatrale” presso  scuole elementari, medie e Liceo scientifico a Roma.

1995-2003 Attività didattica Pianoforte e Solfeggio rivolta a bambini ed adulti.

 
 
 
 
Tutto questo è VerbaVolant
Tutto questo è Qfc Teatro
Manchi solo tu ... non farti aspettare !!!




info
www.verbavolant.roma.it
info@verbavolant.roma.it