Registrati /Login
impro_back

Sistema di Certificazione

 

 

 

Accordo Quadro di Collaborazione (prot. n° 543-III/13 del 12/03/2013)

con il Dip. Storia, Società e Studi sull’Uomo – Università del Salento

 

in collaborazione con

Espéro srl - Azienda spin-off  dell’Università del Salento

 

 

 

 

 

BANDO DI PARTECIPAZIONE PER IL CONSEGUIMENTO DELLA CERTIFICAZIONE PER LA STAGIONE DIDATTICA 2015-2016 COME DOCENTE DI IMPROVVISAZIONE TEATRALE SNIT IN RIFERIMENTO ALLA LEGGE  DEL 14 GENNAIO 2013, n. 4. Disposizioni in materia di professioni non organizzate. (13G00021) - (GU Serie Generale n. 22 del 26-1-2013)

 

TERMINI GENERALI

 

L'associazione culturale Improteatro – Improvvisazione Teatrale Italiana

Visto

L’Accordo Quadro di Collaborazione (prot. n° 543-III/13 del 12/03/2013) stipulato con il Dip. Storia, Società e Studi sull’Uomo – Università del Salento

Visto

il Contratto di collaborazione con Espéro srl, Azienda spin-off dell’Università del Salento,  per la realizzazione di un percorso formativo di certificazione delle competenze dei docenti Improteatro in riferimento alla legge  del 14 gennaio 2013, n. 4. Disposizioni in materia di professioni non organizzate. (13G00021) - (GU Serie Generale n. 22 del 26-1-2013)

 

Indice

 

il BANDO2015 per avviare le procedure di valutazione per l’ottenimento da parte dei propri docenti di Improvvisazione teatrale, della certificazione delle competenze (Docente SNIT Scuola Nazionale di Improvvisazione Teatrale) riconosciuta ai sensi della Legge del 14 gennaio 2013, n. 4. Disposizioni in materia di professioni non organizzate. (13G00021) - (GU Serie Generale n. 22 del 26-1-2013)

e rilasciata da Espéro srl, Azienda spin-off dell’Università del Salento.

 

Form On Line (Inserimento richiesta)

Ogni docente interessato può fare domanda entro il 31 luglio 2015, compilando un form online all'indirizzo www.improteatro.it. Il link esatto e le modalità di accesso al form verranno inviate dopo che i test di qualità delle procedure saranno ultimati. Per prendere visione della quantità e della tipologia di informazioni necessarie per un corretto inserimento della domanda, si rimanda all'allegato FormatPortfolioDocente.pdf

 

Esito

Una commissione composta da 4 membri valuterà le richieste ed esprimerà un parere entro i primi giorni di settembre, rilasciando eventualmente la certificazione o richiedendo materiale integrativo entro un termine stabilito o negando a pieno la certificazione, che potrà essere richiesta, apportati gli opportuni integrativi, per la sessione successiva dell'anno seguente.

 

Durata Certificazione

Il suddetto bando sarà rinnovato ogni anno e il docente certificato dovrà, per mantenere la propria certificazione, secondo quanto previsto dagli standard minimi del professionista Improteatro in itinere, compilarlo e aggiornarlo annualmente, così come sarà possibile per chi non è riuscito a conseguirlo la prima volta, presentare nuova domanda l'anno successivo.

 

Professionalità del docente di improvvisazione teatrale SNIT e suo riconoscimento con la  certificazione

L' Associazione Improteatro – Improvvisazione Teatrale Italiana dopo aver ultimato importanti percorsi formativi e performativi e avere conseguito nel campo dell'improvvisazione teatrale una vasta esperienza, ha sentito la necessità che i propri docenti vedano riconosciuto il proprio lavoro e la propria professionalità e competenza, in riferimento alla legge  del 14 gennaio 2013, n. 4, disposizioni in materia di professioni non organizzate (13G00021) - (GU Serie Generale n. 22 del 26-1-2013), tramite Espero srl – azienda spin-off dell'Università del Salento.

La certificazione, oltre a dare al docente una legittimazione nei campi di applicazione scelti, darà dignità al suo lavoro, alla sua professionalità e a una materia che, in questo modo, avrà riconoscimento da parte delle istituzioni.

 

Criteri per l'ottenimento della certificazione

Sono a disposizione nella sezione Standard Minimi tutti i criteri per poter rientrare fra i docenti certificabili. Ogni richiedente, presa visione del documento e delle informazioni necessarie da fornire, dovrà riempire un form online all'indirizzo www.improteatro.it (vedi specifiche sopra a pag.2) entro il 31 luglio 2015.

Le informazioni inserite dovranno essere documentabili, altrimenti non potranno essere prese in considerazione, ai fini della certificazione

Per documentabili si intende che non basta indicare un'esperienza fatta, ma bisogna allegare la documentazione che comprovi che quell'esperienza sia stata realmente compiuta (attestati, dichiarazioni firmate che attestino la partecipazione a un corso, un tabulato enpals con indicate le giornate di lavoro ecc).

Sarà ammissibile un massimo del 25% di informazioni autocertificate.

 

Regolamento disciplinare e deontologia del docente

Ogni richiedente accetta totalmente il contenuto delle 2 sezioni La deontologia del docente e Il Regolamento disciplinare e sanzioni come parte integrante per l'acquisizione e il mantenimento della certificazione all’interno della comunità Improteatro.

 

La commissione valutatrice

La commissione si occuperà di visionare tutta la documentazione inserita dal docente SNIT richiedente e di valutare, anche con incontri mirati, l'idoneità del docente al conseguimento della certificazione.

 

La commissione, dopo indicazione del Direttivo Improteatro, è rimasta invariata per consentire alla stessa di proseguire il percorso iniziato, senza interruzione, anche per la prossima stagione e concludere così la II sessione estesa alla certificazione delle sedi.

 

La commissione è composta da 4 membri di cui:

 

1 membro Direttivo Improteatro -        Daniele Marcori
1 membro Università -        Ezio Del Gottardo/Salvatore Patera
1 esperto esterno ambito artistico -        Fabio Mangolini
1 docente certificato SNIT -        Giorgio Rosa

 

 

Il risultato della valutazione potrà essere:

 

Positivo Il docente ottiene la certificazione per l'anno in corso
Non del tutto positivo Il docente per ottenere la certificazione ha un periodo di tempo per ottemperare alle indicazioni ricevute dalla commissione. Questo periodo di tempo non dovrà superare settembre dell'anno in corso.
Negativo Il docente non è ritenuto certificabile per l'anno in corso, poiché la commissione ritiene che il periodo di tempo fino a settembre dell'anno in corso non sia sufficiente perché il docente si allinei ai criteri minimi di certificazione.

 

Validità certificazione

La certificazione avrà validità un anno, dopo di che il docente, se vorrà rinnovarla, dovrà manutenere le proprie competenze (in itinere) e quindi riempire nuovamente il form online, definito nel nuovo bando, entro la scadenza prescritta. La commissione in vigore valuterà l'idoneità del candidato sia per l’ottenimento della prima certificazione (in entrata) sia per la sua manutenzione nel tempo (in itinere).

 

Contatti

Per informazioni e chiarimenti: d.marcori@Improteatro.it, o chiama il 335.5319141

 

IL PERCORSO DI CERTIFICAZIONE

 

Questo primo anno nel quale 15 docenti hanno conseguito la Certificazione SNIT 2014 ha permesso di riflettere su quanto fatto e ha portato a una serie di integrazioni e modifiche.

 

Fino a giugno 2015 vengono mantenute le attività valutative vigenti da parte delle singole sedi/docenti) con la possibilità di integrare la documentazione relativa ai processi valutativi che ogni docente potrà inserire nelle proprie procedure di gestione dei corsi.

La commissione ritiene di “sensibilizzare” i docenti certificati e non a prendere sempre più l'abitudine a documentare, come da schede allegate, elencate a fine paragrafo, tutte le proprie attività di docenza, in modo da allinearsi con quelle che sono gli standard scolastici e in previsione della prossima attivazione della Certificazione delle sedi, dove sarà centrale un'impostazione di questo tipo.

 

Infatti, chiusa la II sessione di certificazione prevista per giugno 2016, entrerà in vigore per le successive attività formative della stagione 2016-2017 quanto concordato nel Codice Deontologico e nel Regolamento Professionale.

 

PROCESSI VALUTATIVI ATTIVITA VALUTATIVA TEMPISTICA
Autovalutazione -      Griglia autoriflessione docente A partire da settembre 2015
-      Diario di bordo A partire da settembre 2015
-             -  Portfolio didattico (attività didattiche effettuate dal docente) A partire da settembre 2015
-      Griglia osservazione aula (lato studente) A partire da settembre 2015
Covalutazione -             3 Focus group valutativi e/o brainstorming in multisessione video e/o in presenza (durante gli eventi plenari nazionali) eventualmente guidati da un facilitatore A partire da settembre 2015
Eterovalutazione sul docente -      Portfolio allievi in uscita A partire da settembre 2015
-             Colloquio con commissione su quanto previsto dagli Standard Minimi A partire da settembre 2015
Eterovalutazione del docente -             Scheda Customer per il buon funzionamento della Commissione A partire da settembre 2015
-      Allievi: “scheda valutazione allievi” A partire da settembre 2015
-      Portfolio allievi A partire da settembre 2015
-             Scheda di feedback : sul funzionamento del dispositivo certificazione A partire da settembre 2015

Di seguito l'elenco dei documenti standard da utilizzare per la gestione dei corsi e delle classi.

 

  • ProgFormativoSedeDef
  • FeedbackAllievoDef
  • DiariodiBordoDef
  • FeedbackFormatoreDef
  • PresenzeAllieviDef
  • ProgDidatticoDocenteDef

 

 

Il docente è invitato a inserire la documentazione sul pannello on line dedicato ai docenti SNIT (certificati e non), per la consultazione della commissione e dei rappresentanti di sede nelle quali quei corsi sono stati attuati.

Il link al pannello online e le informazioni di accesso e di gestione dei dati saranno forniti in una successiva comunicazione, poiché al momento non è attivo il pannello causa manutenzione.

 

STANDARD MINIMI PER IL PROFESSIONISTA/DOCENTE IMPROTEATRO

 

Competenze Performative In entrata In itinere
di formazione x attività annuali documentate di formazione (come allievo) nel proprio settore artistico (corsi, seminari, workshop, ecc)

 

Tre anni di snit o 270 ore di improvvisazione teatrale riconosciuta da Improteatro + 200 ore di improvvisazione specialistica + 200 ore di arti sceniche

 

x attività annuali documentate di formazione (come allievo) nel proprio settore artistico (corsi, seminari, workshop, ecc)

 

20 ore di formazione formale  + 25 di co-formazione*

*Co-formazione

Modalità formativa orizzontale dinamicamente espressa in laboratori di meta-riflessione dove ogni partecipante contribuisce, con i propri saperi e le esperienze personali di vita e di lavoro, alla crescita del gruppo. In ogni sessione confluiscono diverse professionalità eterogenee capaci di arricchire, mediante la promozione di una reciprocità dialogica, la comunità di apprendimento. Il laboratorio rappresenta la strategia di costruzione e concettualizzazione necessaria alla valorizzazione della collaborazione all'interno di un gruppo. Gli spunti teorico-pratici che definiscono questa modalità provengono da quel settore di studi della pedagogia degli adulti definito come auto-formazione. La co-formazione si alimenta della teoria dell’educazione alla sostenibilità locale, basata sulla piena valorizzazione del potenziale di persone e territorio attraverso la produzione di conoscenza e l’espressione laterale di saperi creativi

 

di formazione x attività annuali documentate di formazione (come docente) nel proprio settore artistico (corsi, seminari, workshop, ecc)

 

150 ore di tutoraggio suddivise nei tre anni + 300 ore di arti sceniche di cui almeno 200 di improvvisazione teatrale oppure 600 ore di arti sceniche di cui almeno 400 di improvvisazione.

x attività annuali documentate di formazione (come docente) nel proprio settore artistico (corsi, seminari, workshop, ecc)

 

60 ore di cui almeno 40 di impro.

da curriculum

(realizzate)

x attività documentate di tipo performativo nel proprio settore artistico (curriculum)

 

Tipologia:

 

50 giornate recitative (enpals 021*) 75% impro (short form e long form).

x attività annuali documentate di tipo performativo nel proprio settore artistico (curriculum)

 

Tipologia:

 

5 giornate recitative (enpals 021*) 75% impro  (short form e long form).

 

*Codice 021

Saranno accettati anche altri codici enpals, basta che si riferiscano a tipologie di spettacoli o performance che siano in linea con il tipo di spettacolo in oggetto (Es: Uno show di improvvisazione teatrale in televisione avrà un Codice Enpals diverso da 021, ma il contenuto è in linea con quanto richiesto come giornata recitativa impro.)
Causa difficoltà per l'Inps (ExEnpals) a rilasciare le certificazioni di agibilità nel periodo che va dall'1/01/15 al 30/06/15 farà fede una dichiarazione del committente dello spettacolo.

 

Standard minimi per il professionista/docente Improteatro

 

Competenze Didattiche In entrata In itinere
di formazione x attività documentate di formazione (come allievo) in ambito pedagogico - didattico (corsi, seminari, workshop, ecc)

 

Tipologia: exp. Comunicazione didattica; Risoluzione dei conflitti; Metodologie attive; Gestione del gruppo; Knowledge management;

 

50 ore + 7 ore di expertise sulla certificazione.

x attività annuali documentate di formazione (come allievo) nel proprio settore artistico (corsi, seminari, workshop, ecc)

 

Tipologia: exp. Comunicazione didattica; Risoluzione dei conflitti; Metodologie attive; Gestione del gruppo; Knowledge management;

 

10 ore formative.

 

di formazione x attività documentate di formazione (come docente) in ambito pedagogico - didattico (corsi, seminari, workshop, ecc)

 

Tipologia: exp. Comunicazione didattica; Risoluzione dei conflitti; Metodologie attive; Gestione del gruppo; Knowledge management;

 

Parametro facoltativo (già rientra nelle attività di docente).

x attività annuali documentate di formazione (come docente) nel proprio settore artistico (corsi, seminari, workshop, ecc)

 

Tipologia: exp. Comunicazione didattica; Risoluzione dei conflitti; Metodologie attive; Gestione del gruppo; Knowledge management;

 

Indicare le competenze appartenenti alla tipologia realizzate in altri ambiti formativi diverso da Impro.

 

 

 

CODICE DEONTOLOGICO

 

II Codice Deontologico, come previsto dallo Statuto, ha lo scopo di precisare l’etica professionale e le norme rispetto alle quali il docente Improteatro deve attenersi nell’esercizio della propria professione. Oltre ad essere uno strumento di tutela e di trasparenza dell’Associazione, rappresenta al tempo stesso un insieme di indicatori di autoregolamentazione, di identificazione e di appartenenza, per ciascun socio. II Codice Deontologico, nasce nell’ottica di un percorso sulla qualità all’interno dell’Associazione, al fine di qualificare professionalmente l’agire di ogni docente Improteatro.

 

Art. 1 – Disposizioni di carattere generale

Il presente codice deontologico, di seguito denominato “Codice”, definisce i doveri minimi di diligenza, lealtà, imparzialità, competenza e buona condotta che i professionisti Improteatro sono tenuti ad osservare. Le previsioni del presente Codice sono integrate e specificate in un Regolamento Disciplinare sottoscritto dai professionisti Improteatro.

 

Art. 2 – Ambito di applicazione

Il presente codice si applica ai docenti certificati dell’Associazione Improteatro. Le disposizioni del presente codice sono specificate in un Regolamento Disciplinare sottoscritto dai soci dell’Associazione Improteatro.

Verrà costituito un Registro docenti certificati, i quali, ovviamente, dovranno essere soci Improteatro. Improteatro si fa garante della certificazione e del mantenimento della stessa e stila l’elenco dei suddetti.

 

Art. 3 – Accettazione

Il docente Improteatro certificato, in qualità di socio, si impegna ad accettare e a rispettare lo Statuto dell’Associazione, il Regolamento Interno, nonché le norme riportate nel presente Codice Deontologico e nel Regolamento Disciplinare.

Le regole del presente Codice deontologico sono vincolanti per tutti i docenti Improteatro.

Il docente Improteatro è tenuto alla loro conoscenza e l’ignoranza delle medesime non esime dalla responsabilità disciplinare.

L’inosservanza dei principi costitutivi e di quanto previsto dal Codice Deontologico e dal Regolamento disciplinare dell’associazione e comunque ogni azione contraria al decoro, alla dignità ed al corretto esercizio della professione, dà adito al possibile allontanamento dall’Associazione secondo quanto previsto dallo Statuto, dal Regolamento Interno e dal Regolamento Disciplinare.

 

Art. 4 – Principi Etici

I professionisti Improteatro fondano la propria professione sui principi etici riportati in:

  • Codice Civile;
  • Costituzione italiana: art. 33; 39; 40;
  • Decreto legislativo n° 297 del 16 /04/1994;
  • Carta dei servizi DPR n.773 del 7/6/95;
  • Statuto studente e studentessa n.249 del 24/06/1998 con modifiche del D.P.R 235 del 21/11/2007;
  • Convenzione Internazionale sui Diritti dell'Infanzia
  • EU Reccomendation on Key competences for lifelong learning

 

In particolare,

Il professionista Improteatro:

  • Ispira la propria condotta ai principi di probità, dignità, decoro e riservatezza.
  • Realizza il processo di insegnamento/apprendimento volto a promuovere lo sviluppo umano, culturale, civile e professionale degli allievi sulla base delle finalità e degli obiettivi previsti dagli standard di livello nazionale ed europeo.
  • Utilizza, attraverso una didattica orientante, saperi disciplinari e/o interdisciplinari legati all’improvvisazione teatrale e al teatro con il fine ultimo di far acquisire all’allievo la conoscenza di sé e del proprio mondo, all’acquisizione di valori nei quali si riconosce l’Associazione Improteatro nonché di vita reale.
  • Si attiva nel rispetto degli obiettivi definiti annualmente dall’Associazione Improteatro in linea con gli standard di livello nazionale ed europeo.
  • Finalizza l’autonomia didattica al perseguimento degli obiettivi generali, nel rispetto della propria autonomia e della libertà di insegnamento.
  • Riconosce, attraverso meccanismi di autoanalisi organizzativa (auto-etero-covalutazione), la struttura e i processi insiti nelle proprie azioni, individua punti di forza e di debolezza per rendere più efficaci gli interventi formativi.
  • È disponibile ad iniziative di aggiornamento culturale e professionale.
  • Partecipa a pieno titolo alle attività collegiali, concorre alle deliberazioni ed è tenuto all’osservanza scrupolosa delle stesse.

 

Inoltre, costituisce illecito deontologico qualunque comportamento che comprometta l’immagine dell’Associazione Improteatro, e/o abuso della propria posizione professionale e/o violazione al codice penale.

 

Art. 5 – Competenza e Professionalità

Il docente Improteatro è tenuto ad operare nel proprio ambito di competenza professionale, a monitorare la propria formazione attraverso un aggiornamento frequente e costante così come stabilito dall’Associazione Improteatro.

Il professionista Improteatro è tenuto a mantenere un livello adeguato di preparazione professionale e ad aggiornarsi nella propria disciplina. Riconosce i limiti della propria competenza ed usa, pertanto, solo strumenti e tecniche per i quali ha acquisito adeguata competenza riconosciute dall’Associazione Improteatro. In particolare, è tenuto ad approfondire ed adeguare il proprio bagaglio di conoscenze e competenze definite in teoriche (cultura generale di base, specifico disciplinare, pedagogia e didattica generale e  disciplinare, teorie della conoscenza e dei processi comunicativo-relazionali, tecnologie della comunicazione), operative (progettazione e pratica didattica, attività di valutazione, uso degli strumenti di verifica, uso delle tecnologie didattiche, organizzazione e gestione dei gruppi) e sociali (relazione e comunicazione), con riferimento agli standards professionali stabiliti dall’Associazione Improteatro e con la sottolineatura che è quindi l'insieme di queste conoscenze e competenze che deve essere arricchito, aggiornato ed adeguato (competenze didattiche – competenze performative – competenze deontologiche). Tali standards minimi, definiti dall’Associazione Improteatro, e che devono essere posseduti dai docenti Improteatro possono essere conseguiti dai docenti. Rappresentano dei requisiti di accesso per coloro che intendono entrare nell’Associazione Improteatro.

Costituisce illecito deontologico fare uso di titoli riservati ad altre categorie professionali, effettuare dichiarazioni mendaci relativamente alla propria formazione professionale, fare dichiarazioni mendaci nei confronti di ogni altro tipo di professionista.

 

 

Art. 6 –  Rapporti con gli Allievi

Nel richiamare quanto espresso negli art. 4 e 5 del Codice Deontologico (CD), nelle attività formative dei professionisti Improteatro devono emergere i valori della cultura, della giustizia, della tolleranza, del rispetto delle differenze. Devono inoltre emergere il valore del merito, che deve essere sostenuto e accompagnato da altri due valori, da vivere come complementari e non contrapposti, la solidarietà e l'emulazione positiva.

  • Il professionista Improteatro, nella piena autonomia dell’esercizio della propria professione docente, si impegna a rispettare il programma didattico accordato con l’associazione Improteatro.
  • Il professionista Improteatro rispetta i diritti dell’allievo.
  • Il professionista Improteatro riconosce e valorizza i progressi di ciascun allievo, tenendo conto dei livelli di partenza, promuovendo la crescita culturale e personale degli stessi e conducendo con professionalità la relazione educativa.
  • Il professionista Improteatro favorisce e stimola la capacità di operare scelte consapevoli rendendo l’alunno motivato, attivo e responsabile.
  • Il professionista Improteatro valorizza le doti personali ed educa al rispetto, alla solidarietà e alla piena accettazione dell’altro.
  • Il professionista Improteatro educa alla sicurezza, tenendo conto dell’integrità fisica e psichica di ognuno.
  • Il professionista Improteatro evita ogni forma di discriminazione per razza, sesso, credo politico e religioso provenienza familiare, condizioni sociali e culturali, orientamento sessuale, disabilità.
  • Il professionista Improteatro valuta ciascun allievo con obiettività e trasparenza secondo le modalità e gli strumenti previsti dall’Associazione;

 

Art. 7 – Rapporti con i Colleghi

Il professionista Improteatro si rivolge al dovere ed all'impegno di ciascun docente di contribuire a costruire relazioni, improntate al rispetto e basate su un forte spirito di collaborazione, capaci di superare i ritualismi della collegialità formale, alimentando lo scambio delle esperienze e delle idee, stimolando l'elaborazione e la produzione culturale, così da costruire una vera e propria comunità scientifica e professionale dei docenti.

  • Il professionista Improteatro è tenuto a rispettare la professionalità dei colleghi ed a mantenere rapporti basati su lealtà e correttezza.
  • Il professionista Improteatro, facendo proprie le finalità dell’Associazione, promuove e favorisce rapporti di scambio e di collaborazione.
  • Il professionista Improteatro può avvalersi dei contributi di altri specialisti, con i quali realizza opportunità di integrazione delle conoscenze, in un’ottica di valorizzazione delle reciproche competenze.
  • Il professionista Improteatro contribuisce a creare un clima sereno e accogliente e agevola l’inserimento dei nuovi insegnanti.
  • Il professionista Improteatro tiene conto con obiettività delle opinioni e competenze dei colleghi, ne rispetta il lavoro e instaura relazioni leali e corrette.
  • Il professionista Improteatro individua strategie utili all’apprendimento e collabora attivamente nell’attuazione della progettazione del curricolo.
  • Il professionista Improteatro condivide con i colleghi materiali didattici, buone pratiche ed esperienze significative.
  • Il professionista Improteatro si impegna ad utilizzare materiali didattici, buone pratiche ed esperienze significative ricevuti da colleghi nel rispetto delle competenze personali acquisite e riconoscendo la paternità intellettuale dei materiali a cui attinge.

 

Art. 8 – Rapporti con il contesto esterno

E' dovere del professionista Improteatro adoperarsi per creare un ambiente impegnato, accogliente e culturalmente stimolante verso la conoscenza e la partecipazione a tutto ciò che, al di fuori della scuola, può consentire un migliore sviluppo dell'attività formativa . Si tratta in primo luogo di un collegamento non occasionale con gli altri specialisti che operano sul territorio stabilendo collegamenti con le strutture culturali, ricreative e sportive, e per ultimo, ma non per importanza, di conoscere e trovare gli opportuni contatti con le strutture produttive, e più in generale con il mondo del lavoro, al fine di una migliore preparazione professionale e di un più coerente orientamento degli allievi.

E' dovere del professionista Improteatro dichiarare l’appartenenza ad Improteatro e ove possibile esporre il marchio Improteatro assieme a quello dell'associazione su materiali promozionali, informativi e tutto ciò che riguarda la scuola d’improvvisazione e la propria attività di formatore.

 

Art. 9 – Esercizio della propria attività professionale

Il professionista Improteatro non assume nessun comportamento che possa nuocere all’immagine dell’associazione né adotta comportamenti tali  da far ricadere su altri docenti il compimento di attività o l’adozione di decisioni di propria spettanza. Il docente Improteatro può svolgere altre attività purché non inficino o incidano negativamente sulla propria attività di docenza e sull’attività associativa di Improteatro.

Il docente Improteatro può accettare proposte didattico/artistiche al di fuori di Improteatro purché queste non vadano in conflitto o ledano i fini associativi ed i rapporti di rispetto con gli altri professionisti e garantendo comunque priorità agli impegni Improteatro.

Il docente Improteatro è inoltre tenuto a partecipare attivamente alla vita associativa.

 

Art. 10 – Trasparenza, tracciabilità

Il professionista Improteatro assicura l’adempimento degli obblighi di trasparenza secondo le disposizioni normative vigenti, prestando la massima collaborazione nell’elaborazione, reperimento e trasmissione dei dati in merito alla propria attività svolta nell’ambito dell’associazione (verbali, registri presenze, schede valutazione, ecc).

La tracciabilità dei processi adottati dai professionisti Improteatro deve essere, in tutti i casi, garantita attraverso un adeguato supporto documentale, che consenta in ogni momento la ricostruzione delle attività realizzate dai professionisti stessi.

In particolare avere a disposizione e fornire i seguenti documenti:

 

Locale /Nazionale:

  • N° allievi –N° classi (registri presenze) – INIZIO CORSO -
  • Programma formativo della sede locale (format) – INIZIO CORSO -
  • Programma didattico adottato dal docente(format) – INIZIO CORSO -
  • Profilo docenti format – INIZIO CORSO -
  • Format per la profilatura degli allievi ( cv o Portfolio competenze) – FINE CORSO -
  • * Valutazione allievi– dati aggregati - (format) – FINE CORSO -
  • * Griglia osservazione aula Valutazione docenti da parte degli allievi, compresi moduli ridotti- dati aggregati - (format) – FINE CORSO –
  • * Autoriflessione docente – FINE CORSO –
  • Calendari spettacoli, eventi, e altre iniziative (nome, data e contenuto) (format) – PERIODICO -
  • Report Riunioni annuali fra docenti delle varie sedi per condivisione delle esperienze e dei contenuti della programmazione didattica (Solo NAZIONALE)

 

* Facendo specifica richiesta alla sede locale è possibile ottenere i dati disaggregati
* I dati in forma aggregata sono disponibili per tutte le sedi facendone richiesta all’Associazione Nazionale
* L’Associazione Nazionale si riserva di raccogliere e di fornire ai richiedenti docenti (con avallo motivato della sede locale) i dati disaggregati

 

Art. 11 – Utilizzo mezzi di comunicazione 

Il professionista Improteatro condivide materiali e programmi con i colleghi e con gli allievi contribuendo a fornire tali informazioni sia alla propria sede locale sia all’Associazione Improteatro. Ciò avverrà sia a inizio corso sia periodicamente a fronte della programmazione effettuata e comunque prima dell’attività da realizzare. In particolare la tipologia di materiali da condividere saranno:

Quanto previsto nell’articolo 10

Programmi e materiali didattici per docente e per sede

Reportistica valutativa (vedi art. 12)

Attività, rassegne, spettacoli “spot”, eventi  

Corsi annuali, workshop, laboratori, stage

Feste, riunioni, assemblee, incontri

Comunicazioni organizzative e logistiche

Calendari eventi e lezioni e prove

Materiale fotografico e video su spettacoli

 

In particolare ciascuna sede locale dovrà dotarsi di almeno 6 dei seguenti tool più 1  scelta:

 

Comunicazione interna

newsletter e mailing list (obbligatorio)

facebook  (obbligatorio)

skype (obbligatorio)

sito internet (obbligatorio)

telefono, sms  (obbligatorio)

gdrive, google calendar (obbligatorio)

viber/what's up

dropbox

Liste libri/video da leggere/vedere

doodle.com

mini video

radio

 

 

Comunicazione esterna

newsletter e mailing list (obbligatorio)

assemblee, incontri, feste e riunioni (obbligatorio)

facebook  (obbligatorio)

sito internet (obbligatorio)

telefono, sms  (obbligatorio)

ufficio stampa (obbligatorio)

FTP

 

Art. 12 – Valutazione e monitoraggio e attività formative

I professionisti Improteatro  vigilano sull’applicazione del presente Codice e del Regolamento Disciplinare e monitorano le attività formative secondo quanto previsto dall’Associazione e adottano gli strumenti da essa decisi.  Il professionista Improteatro in sede di valutazione si attiene ai criteri e agli strumenti adottati collegialmente all’interno dell’Associazione.

 

In particolare:

- A - Autovalutazione attività docente: Scheda autoriflessione docente – diario di bordo – Portfolio attività didattica – performativa

- B1 – Eterovalutazione: Valutazione  attività docente da parte degli Allievi: griglia osservazione aula

- B2 –Eterovalutazione:  Valutazione  attività docente da parte della Commissione: Colloquio e Portfolio attività didattica – performativa

- B3 – Eterovalutazione: Valutazione dei docenti nei confronti degli allievi tramite “scheda valutazione allievi” e supporto alla costruzione del “Portfolio allievi”

- C - Covalutazione: Valutazione tra docenti tramite periodici Focus group valutativi e/o brainstorming in multisessione video e/o in presenza (durante gli eventi plenari nazionali)

 

Art. 13 – Organi di competenza

 

TABELLA: Procedimento disciplinare per presunto mancato rispetto in parte o in tutto del Codice Deontologico e del Regolamento disciplinare docenti Improteatro

 

FASE 1: Contestazione d’addebito Entro e non oltre 20gg dalla notizia dell’infrazione Convocazione per contraddittorio con preavviso di almeno 10gg
FASE 2: Svolgimento del procedimento Il docente che non può presentarsi nelle modalità previste può:

-        Chiedere rinvio per grave documentato impedimento

-        Inviare memorie scritte allegando documentazione

FASE 3: Conclusione del procedimento Entro 60 giorni dalla contestazione d’addebito
FASE 4: Provvedimento finale e irrogazione della sanzione o archiviazione

Organi di competenza: gli organi di competenza sono sovrani per il controllo e il rispetto degli obblighi e delle sanzioni commutate

Organo competente: un membro Direttivo Improteatro + un membro Università + un esperto esterno ambito artistico + un docente certificato SNIT.

 

 

REGOLAMENTO DISCIPLINARE (OBBLIGHI – SANZIONI)

 

La funzione docente coerentemente con le finalità e gli obiettivi dell’Associazione, realizza il processo di insegnamento/apprendimento volto a promuovere lo sviluppo artistico, umano, culturale, civile e professionale degli allievi. La funzione docente si fonda sull’autonomia culturale e professionale dei docenti; essa si esplica nelle attività individuali e collegiali e nella partecipazione alle attività di aggiornamento e formazione in servizio. In attuazione dell’autonomia professionale, i docenti, attraverso processi di confronto ritenuti più utili e idonei, elaborano, attuano e verificano, per gli aspetti pedagogico – didattici, il piano dell’offerta formativa, adattandone l’articolazione alle differenziate esigenze degli allievi e tenendo conto del contesto socio - economico di riferimento, anche al fine del raggiungimento di condivisi obiettivi qualitativi di apprendimento. Il profilo professionale dei docenti è costituito da competenze performative, psicopedagogiche, metodologico - didattiche, organizzativo - relazionali e di ricerca, di documentazione e valutazione, che si sviluppano col maturare dell'esperienza didattica, dell'attività di studio e di sistematizzazione della pratica didattica.

Gli obblighi di lavoro del personale docente sono correlati e funzionali alle esigenze e sono articolati in:

1) attività di insegnamento;

2) attività funzionali alla prestazione di insegnamento (programmazione, progettazione, ricerca, valutazione, documentazione, aggiornamento e formazione, compresa la preparazione dei lavori degli organi collegiali, la partecipazione alle riunioni e l’attuazione delle delibere adottate dai predetti organi.

 

OBBLIGHI E SANZIONI EMERSI DALLE ATTIVITA DI VALUTAZIONE EX_ANTE E DALLA VALUTAZIONE DELLA SFERA DEONTOLOGIA

 

Fatti salvi gli artt. 1-2-3-4 del codice deontologico,

 

Art 5:

Gli standard minimi dei professionisti Improteatro devono essere conseguiti dai docenti entro i tempi previsti dal bando per le sessioni di certificazione stabilite dalla Commissione.

Il mancato conseguimento degli standard minimi dei professionisti Improteatro secondo le modalità  e i tempi previsti nell’art. 3 del presente Codice Deontologico e del Regolamento Disciplinare comporta:

  • La non acquisizione della certificazione per l'anno successivo
  • Il non rinnovo della certificazione per l'anno corrente con possibilità di proroga di 5 mesi.

 

Obbligo: Obbligo di frequentare attività di aggiornamento annuale:

Sanzione:

  • La non acquisizione della certificazione per l'anno successivo
  • Il non rinnovo della certificazione per l'anno corrente con possibilità di proroga di 5 mesi.

 

 

Art 6:

Obbligo: Il professionista Improteatro, nella piena autonomia della propria professionalità, si impegna a rispettare il programma didattico accordato con l’associazione Improteatro  e di comunicare ogni variazione all’Associazione Improteatro.

Sanzione:

  • Richiamo
  • Rimprovero scritto
  • Sospensione certificazione

 

Art. 7

Obbligo: Il professionista Improteatro, ispira la sua professionalità al decoro, alla diginità, alla correttezza e alla riservatezza nella relazione con gli allievi.  Il professionista Improteatro oggetto di reclamo relativo alla sua condotta da parte degli allievi ne dovrà rispondere alla propria sede e all’Associazione Improteatro secondo quanto previsto nel presente Regolamento.

Sanzione:

  • Richiamo
  • Rimprovero scritto
  • Sospensione certificazione

 

Art. 8

Obbligo: E' dovere del professionista Improteatro esporre e pubblicizzare il marchio Improteatro assieme a quello dell'associazione qualora non dipenda dalla volontà esplicita del docente

Sanzione:

  • Richiamo
  • Rimprovero scritto
  • 100 Euro

 

Art. 9

Obbligo: Il professionista Improteatro deve esercitare la propria attività in maniera continuativa e preponderante rispetto ad altre attività professionali.

Sanzione: 

  • Sospensione certificazione

 

Art. 11

Obbligo: Il docente Improteatro è inoltre tenuto a partecipare attivamente alla vita associativa ossia almeno a un’assemblea Improteatro e/o a un raduno Improteatro e/o a una riunione didattica o artistica Improteatro nell’anno solare.

Sanzione:

  • Sospensione certificazione

 

 

Art. 12

Obbligo: Il docente Improteatro è tenuto a fornire i dati su scala Locale e Nazionale. Il mancato possesso e fornitura dei presenti dati alla sede locale e nazionale saranno sanzionati.

Sanzione:

  • Richiamo (entro 15 giorni ritardo)
  • Rimprovero scritto
  • Sospensione certificazione

 

Art. 13:

Obbligo A: Il professionista Improteatro, al termine del percorso formativo realizzato, effettua attività di autovalutazione della propria didattica attraverso la scheda di “autoriflessione docente”, il “diario di bordo” che dovranno essere consegnati alla propria sede locale e all’Associazione Improteatro entro un mese dal termine della propria attività didattica. Si impegna inoltre a produrre un “Portfolio” delle proprie attività didattico/performative.

Sanzione A:

  • Richiamo (entro 15 giorni ritardo)
  • Rimprovero scritto
  • Sospensione certificazione

 

Obbligo B: Il professionista Improteatro, al termine del percorso formativo realizzato, sollecita l’attività di valutazione della propria didattica attraverso la scheda di “griglia osservazione aula” fornita agli studenti che dovranno essere consegnati alla propria sede locale e all’Associazione Improteatro entro un mese dal termine della propria attività didattica. Il docente Improteatro si sottopone annualmente ad attività di Eterovalutazione della propria professionalità attraverso un colloquio con la Commissione.

Sanzione B:

  • Richiamo (entro 15 giorni ritardo)
  • Rimprovero scritto
  • Sospensione certificazione

 

Obbligo C: Il professionista Improteatro, si sottopone alla Valutazione di attività docente tramite colloqui con la Commissione e presentazione Portfolio attività didattiche-performative. I colloqui sono annuali

Sanzione C:

  • Richiamo (entro 15 giorni ritardo)
  • Rimprovero scritto
  • Sospensione certificazione

 

Obbligo D: Il professionista Improteatro, al termine del percorso formativo realizzato, effettua attività di valutazione degli allievi tramite “scheda valutazione sugli allievi” e supporto alla costruzione del “Portfolio degli allievi”. Tali portoli allievi dovranno essere consegnati alla propria sede locale e all’Associazione Improteatro entro 30 giorni dal termine della propria attività didattica.

Sanzione D:

  • Richiamo (entro 15 giorni ritardo)
  • Rimprovero scritto
  • Sospensione certificazione

 

 

Obbligo E: Il professionista Improteatro, al termine del percorso formativo realizzato, effettua attività di covalutazione tra docenti tramite Focus group valutativi e/o brainstorming in multisessione video e/o in presenza (durante gli eventi plenari nazionali) almeno 2 volte l’anno come previsto dalle attività di auto-formazione docenti.

 

Sanzione E:

  • Richiamo (entro 15 giorni ritardo)
  • Rimprovero scritto
  • Sospensione certificazione

 

 

TABELLA: Procedimento disciplinare per presunto mancato rispetto in parte o in tutto del Codice Deontologico e del Regolamento disciplinare docenti Improteatro

 

FASE 1: Contestazione d’addebito Entro e non oltre 20gg dalla notizia dell’infrazione Convocazione per contraddittorio con preavviso di almeno 10gg
FASE 2: Svolgimento del procedimento Il docente che non può presentarsi nelle modalità previste può:

-        Chiedere rinvio per grave documentato impedimento

-        Inviare memorie scritte allegando documentazione

FASE 3: Conclusione del procedimento Entro 60 giorni dalla contestazione d’addebito
FASE 4: Provvedimento finale e irrogazione della sanzione o archiviazione

 

ORGANI DI COMPETENZA

Gli organi di competenza sono sovrani per il controllo e il rispetto degli obblighi e delle sanzioni commutate

ORGANO COMPETENTE: un membro Direttivo Improteatro + un membro Università + un esperto esterno ambito artistico + un docente certificato SNIT.

(Per la prima Commissione di certificazione ci si avvarrà di un docente “saggio” che ha seguito il processo dell’associazione).

Esperto esterno: su una rosa di 4 nomi proposti collegialmente e per maggioranza da tutti i docenti certificati si procederà a votazione.

docente certificato: su una rosa di 3 nomi proposti collegialmente e per maggioranza da tutti i docenti certificati si procederà a votazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Facsimile per documento di certificazione prestazioni varie. Da usare per attestare la validità delle dichiarazioni dei docenti sulle attività effettuate presso la sede/ associazione/ organizzazione di riferimento

 

LOGO ENTE/ASSOCIAZIONE/SOCIETA'

 

 

 

LUOGO, DATA

 

Si attesta che NOME COGNOME nato a CITTA', il DATA e residente in INDIRIZZO , C.F., OGGETTO DELL'ATTESTAZIONE

 

 

Data Luogo Committente/ Docente Ore di lavoro Argomento

 

 

 

 

Per un totale complessivo di X ore

 

Si rilascia la presente attestazione per gli usi consentiti dalla legge.

 

Il legale Rappresentante

 

NOME RAPPRESENTANTE

 

firma

 

 

 

 

NOME ENTE/ASSOCIAZIONE/SOCIETA', INDIRIZZO, P.IVA/C.F. SITO, EMAIL, TEL.

 

Legenda tabella di attestazione:

 

Data = Inserire la data dell'attività certificata

Luogo = Inserire il luogo dove è stata fatta l'attività

Committente/Docente = Inserire il committente per cui si è lavorato oppure il docente che ci ha formato

Ore di lavoro = Inserire il numero di ore di lavoro effettuate per quella attività

Argomento = Inserire il contenuto dell'attività