skip to Main Content

Elena Selleri

Improvvisatrice salentina, all’età di 7 anni sorprende tutti esibendosi in un’esilarante imitazione di Marilyn Monroe durante una cena di famiglia tanto da meritarsi il nomignolo di “star”.

Durante gli anni del liceo, scopre la passione per il canto che cresce al punto da entrare a far parte di un coro polifonico di canto gregoriano.

L’esperienza fatta e la passione per il canto l’accompagnerà anche per tutto il periodo universitario.

Innamorata della danza e della biologia marina, nel 2013 scopre infine l’amore per il teatro di improvvisazione.

Successivamente si forma presso la scuola Improvvisart di Lecce e nel corso degli anni partecipa a diversi workshop di impro, teatro e canto con maestri nazionali e internazionali (USA, Argentina, Giappone, Europa).

Ad oggi è formatrice e membro stabile della compagnia Improvvisart con numerosi spettacoli al suo attivo.

Paolo Paticchio

Attore e formatore di improvvisazione teatrale, membro stabile della compagnia Improvvisart di Lecce con la quale ha partecipato a decine di spettacoli.

Diplomato alla Scuola Nazionale Improvvisazione Teatrale, è formatore presso la Scuola SNIT Improvvisart di Lecce.

Ha frequentato stage e workshop di formazione specifica in numerosi festival e residenze nazionali.

Nell’edizione di Improject 2015 vince il premio attore “Rivelazione dell’Anno”, mentre nel 2017 debutta come attore protagonista nella produzione originale “A noi due”.

Nel 2020 cura la sua prima regia per “Uagliò”, spettacolo di improvvisazione teatrale. In seguito è stato regista della performance “Le voci dell’Estate” in scena nel giugno del 2021.

Laureato in Scienze Politiche presso l’Università del Salento è presidente dell’associazione Treno della Memoria, organizza rassegne teatrali, musicali e letterarie da 12 anni.

Insegna a classi di alunni che hanno abbandonato la scuola durante l’obbligo formativo.

Appassionato di film, serie tv e musica (e pure di videogames, ma evita di dirlo), non appena ha qualche euro da spendere mette uno zaino in spalla e viaggia più che può.

Back To Top